Il silenzio

 

Iniziamo il nuovo anno con una riflessione sul valore del silenzio. Poco tempo fa in dicembre ho postato sul mio profilo Linkedin questa frase:

Il silenzio non è non avere più niente da dire.

È non avere più voglia di dire.

Il silenzio è creare lo spazio per accogliere il non detto.

Ho avuto la conferma del potere e del valore del silenzio anche dai contributi di tante persone che hanno voluto dire la loro. Ebbene vorrei lasciare anche a Te che mi leggi la stessa riflessione e mi piacerebbe avere un tuo ritorno se credi.

Di seguito Ti lascio una sintesi delle considerazioni emerse:

silenzio

  • Il silenzio consente l’espressione dell’inaudito…. Ciò che non si ode, ciò che non si è Mai udito prima e quindi straordinario, senza precedenti.
  • Quello che manca al mondo è un poco di silenzio, quello che manca a questo mondo è il perdono che non vedo e non sento, quello che manca al mondo è un poco di silenzio” di Ivano Fossati da ‘Quello che manca al mondo’. Il silenzio è occasione di riflessione, introspezione; nell’odierna società frenetica e iper-competitiva, in cui tanti gridano per sopravanzare gli altri, farsi notare, sopraffare e in cui la moderazione, l’educazione, l’umiltà sono merce sempre più rara, ecco la forza del silenzio, che non è rassegnazione, ma spazio dedicato alla maturazione della consapevolezza di sè e del vero significato che si intende dare alla propria vita.
  • Credo che il silenzio vada utilizzato anche nella fase di ascolto, troppo spesso ci parliamo uno sull’altro e non ci ascoltiamo, questo porta a fraintendimenti che altrimenti non ci sarebbero. Vale dai rapporti personali, ai grandi colloqui politici fino alle grandi dinamiche conflittuali che ci sono oggi nel mondo.
  • C’è silenzio e silenzio, c’è il silenzio di chi non ha niente da dire, e il silenzio di chi dice moltissimo pure non parlando.
  • Il silenzio è avere voglia di non dire e di non ascoltare, è pensare un po a se stessi chiudendo il mondo fuori.
  • Il silenzio, in una conversazione, illumina pezzi di mondo che prima non si vedevano.
  • Il silenzio è come una pausa musicale…assenza di suono, oppure presenza di un suono in assenza di un’altro…poi ci sarebbe da parlare, o meglio ascoltare, i suoni armonici…
  • Silenzio della mente! Liberare la mente dai pregiudizi.
  • Silenzio = stato essere (sono in silenzio) Azione = stato del fare (faccio qualcosa) Silenzio opposto al non agire Le nostre azioni/comportamenti sono frutto di ciò che siamo ciò che pensiamo Per agire efficacemente occorre essere Per essere (per connettersi al nostro essere) occorre essere in silenzio Il silenzio è il nutrimento e la preparazione alle azioni.
Share Button

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>