(INTER) CONNESSIONE IL NOSTRO FUTURO: RESILIENZA – CREATIVITA’ ingredienti basilari

connections

(inter)Connessione : parola riconosciuta in ambito tecnologico (mi connetto ad internet) o in ambito olistico (mi connetto con il trascendente/spiritualità).

Recentemente ho partecipato ad un incontro di Comunità di Pratica di Coaching; un incontro tra professionisti coach. In quel contesto ho ascoltato un intervento di Roberto Paura Co-Founder & President at the Italian Institute for the Future (www.robertopaura.it). Il suo lavoro/scopo/missione è quella (anche) di analizzare i movimenti socio/economici che stanno accadendo e che impatto avranno sul nostro futuro (“futurologia”).

Ha parlato di: connessioni sociali, connessioni ambientali, connessioni migratorie, connessioni urbane, connessioni occupazionali, connessioni commerciali, connessioni digitali.

Mi ha risuonato una sua frase: “non dobbiamo più analizzare il mondo secondo i confini” bensi’ è basilare analizzarlo attraverso le connessioni. La connettività sostituisce le divisioni (infrastrutture, confini, diversità, culture, etc.)

Nel mio gergo da ex manager di organizzazione aziendale dico che il mondo va letto in modo orizzontale e non più in verticale ossia per confini geografici o per culture specifiche.

Ragionare così oggi significa più che mai dividere, separare, limitare.

Le connessioni viaggiano trasversalmente; oltre ogni muro, ogni limite geografico, ogni cultura, etnia, etc.

Un esempio concreto? Amazon , Ebay, i siti sui quali acquisti il cibo preparato dai ristoranti.

Le connessioni arrivano dovunque a chiunque.

Perché sono il nostro futuro? In realtà sono già il nostro presente. Flussi migratori, commercio on-line, libero commercio.

Come affrontare tutto ciò? Non serve una cieca accettazione né una cieca resistenza; occorrono nuove strategie per gestire l’ulteriore maggiore complessità che ci si prospetta.

Occorre essere RESILIENTI (RESILIENZA inteso come una disposizione mentale capace di produrre un atteggiamento flessibile e costruttivo di fronte a qualsiasi cosa ci si prospetti per trovare delle opportunità). Oggi ci troviamo di fronte ad eventi (per citarne alcuni Brexit, politica di Trump, la creazione di muri per fermare gli immigrati) che dividono, politiche di rifiuto e di salvaguardia del proprio confine quasi a scapito dell’altro. Essere resilienti per rimanere vigili e immaginare nuove modalità di lavoro, di vita, di coesistenza. Le basi di vita fino ad ora utilizzate non sono più efficaci.

Tutto è in movimento tutto è estremamente relativo.

Occorre immaginare nuove strategie;  con CREATIVITA’ per creare un futuro diverso anche per i nostri figli.

Occorre allenare attitudini comportamenti pensieri che fino ad ora non sono serviti; occorre allenare alcuni muscoli che ogni essere umano ha: il muscolo della RESILIENZA e della CREATIVITA’ . Per far questo occorre avere FIDUCIA nel futuro e nel prossimo e CORAGGIO per affrontare la situazione.

Occorre rivedere i parametri per lavorare in interconnessione.

Ma come si allenano : RESILIENZA – CREATIVITA’ – FIDUCIA – CORAGGIO? Occorre partire da sé per essere consapevoli di ciò che ci aspetta, per accogliere e per avere la fiducia e la self-confidence di poter esplorare nuovi confini e nuove attitudini.

E serve avere il coraggio di mettersi in gioco.

Il futuro è già presente. Ora sta a noi allenarci. E noi siamo pronti a supportare tutti coloro che intendano essere protagonisti del proprio futuro in connessione con altri.

Con energia rinnovata,
Claudia Crescenzi

Share Button

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>