Tag: diversità

martedì 2 settembre 2014

L’errore di attribuzione

prospettivaDurante le vacanze, nel bel mezzo di una rara serie di belle giornate, mi sono imbattuto nella lettura di un articolo su una delle deformazioni più importanti operata dalla nostra mente: l’errore di attribuzione.
In sostanza si tratta della tendenza a credere, quando ci relazioniamo con gli altri, che le persone agiscano in un determinato modo a causa della loro indole, del loro carattere, per il motivo che tale è la loro natura. Invece, quando ci riferiamo a noi stessi, utilizziamo un altro metro di giudizio: giustifichiamo i nostri atti in base alle circostanze, a fattori contingenti, indipendenti dalla nostra volontàe dal nostro carattere. Questione di prospettiva. Infatti, se ci pensiamo bene, ci capita di andare su tutte le furie quando, all’improvviso, chi ci precede con la macchina svolta all’improvviso senza mettere la freccia. Se invece siamo noi a commettere lo stesso errore, ecco che ci giustifichiamo scaricando la responsabilitàsulle circostanze avverse, sull’incrocio segnalato male, sulla situazione in ufficio ecc… Mentre nel primo caso si trattava dell’incapacitàdi chi ci precedeva, nel secondo caso la colpa è esclusivamente delle circostanze.
Come rimediare? Con la conoscenza di noi stessi. Infatti, se conosciamo meglio noi stessi e i nostri modi di pensare, agire, essere, saremo in grado di gestire meglio i rapporti con gli altri e, soprattutto, con noi stessi. Riusciremo a vivere meglio.
Il percorso di Professional Coach per Manager di GROWBP è una straordinaria occasione per conoscere meglio se stessi ed entrare in contatto con il proprio essere. Infatti, durante la sessione di coaching, si apre uno spazio che definirei magico, in cui si instaura una comunicazione da Essere a Essere. In questa dimensione, anche grazie agli strumenti a disposizione del coach, riusciamo a cogliere l’altro nella totalitàdel suo Essere, possiamo vederlo, ascoltarlo, percepirlo al di làdi qualsiasi trappola mentale che, da questa prospettiva, appare come un mero evento contingente. Conoscere meglio se stessi ci permette di assaporare meglio la vita, di viverla pienamente, di essere più felici, di scoprire nuovi orizzonti dentro di noi.

Gabriele Verdecchia
Coach certificato ACC

Share Button
lunedì 21 luglio 2014

La potenza femminile


Navigando abbiamo trovato questo video sulla potenza femminile.
E’ potente, emozionante, emblematico.
Lo dedichiamo a tutte le donne, perchè ognuna di loro è una forza di vita, perchè ognuna è la Vita.
 
Share Button
martedì 21 gennaio 2014

Osare dissentire

 

Molte persone istintivamente evitano il conflitto, ma Margaret Heffernan ci mostra come il disaccordo sia essenziale per il progresso. Illustra (talvolta in maniera contro-intuitiva) come i migliori colleghi non siano una camera di risonanza — e come grandi equipe di ricerca, relazioni e aziende permettano alle persone di dissentire profondamente. 

Share Button
mercoledì 8 gennaio 2014

Differenze creative

 

“Tutti noi cerchiamo costantemente di ricavare un senso dal mondo in cui viviamo e la sfida di riuscirci è tanto maggiore quanto più sono complesse le nostre esperienze. Sta in questa sfida la chiave della creatività”, scrive Nigel Barber su Psychology Today.

Questo l’incipit di un articolo di Annamaria Testa su Internazionale di poco tempo fa.

In un ambito sociale e lavorativo in cui purtroppo è facile ancora avere la tendenza ad omologare, imporre regole, senza deroghe né possibilità di variazioni, la diversità diventa il nemico da combattere e se possibile seppellire sotto una montagna di imposizioni.

La diversità vuol essere ancora vista come un qualcosa di negativo, di pericoloso, che può minacciare la buona riuscita di un progetto, di un lavoro o anche solo semplicemente l’armonia di un gruppo.

In realtà, a prescindere dall’ambito di riferimento, è proprio nella sinergia delle diversità di ognuno che si trova il successo, la buona riuscita di un’azione e uno sviluppo esponenziale della propria e altrui creatività. Per arrivare a questo, Annamaria, citando Milton Bennet e la sua scala, ricorda che sono necessari cinque passaggi per giungere all’integrazione: diventare consapevoli delle differenze, depolarizzare i pregiudizi negativi e riconoscere le somiglianze tra culture, afferrare l’importanza delle differenze interculturali, esplorarle e imparare a conoscerle, sviluppare empatia. 

In questo anno nuovo alle sue prime battute, la domanda che vi lascio è: nella mia vita lavorativa e relazionale, che valore hanno le differenze creative? 

Giada Ales
Personal&Life Coach 

Share Button
giovedì 26 settembre 2013

Coaching Expo

 

Il 25 e 26 Ottobre a Roma, al Tempio di Adriano in Piazza di Pietra, si terrà la prima edizione di Coaching Expo, organizzato da ICF Italia. Si tratta del primo evento nazionale incentrato interamente sul coaching e Growbp parteciperà com speaker e come sponsor.

StampaSi tratta di un’opportunità unica per entrare dentro il coaching, esplorare le sue diverse interpretazioni e applicazioni, conoscere i suoi protagonisti.

Ci saranno anche due guest speaker:
Simona Atzori – Ballerina e pittrice e Dan Peterson – Allenatore e commentatore sportivo.

L’occasione per coach professionisti e società di consulenza e di formazione da una parte, e potenziali clienti dall’altra di incontrarsi e creare nuovi contatti.

Il 26 ottobre alle 11.00, Claudia Crescenzi (MCC) ed Edoardo Gironi (PCC) interverranno con il workshop gratuito: “Chi apprende da chi? Le nuove frontiere dell’apprendimento in azienda”. Le diverse generazioni che oggi convivono nel mondo del lavoro e nella società sono portatrici di visioni, culture e competenze tecniche e professionali profondamente diverse tra loro, come mai era accaduto in passato: ciò può essere un elemento di spaccatura all’interno delle aziende, ma anche una grande opportunità di crescita generale laddove si riesca ad aprire un canale di comunicazione reciproca tra “giovani” e “anziani” che consenta la circolazione del sapere e l’apprendimento degli uni da parte degli altri.

Vi aspettiamo!

Share Button
venerdì 28 giugno 2013

Strano o solo diverso?

Strano o solo diverso? Godetevi questo intervento al TED di Derek Silver!

Share Button
venerdì 14 dicembre 2012

La diversità come valore

Il Diversity Management,  è un processo aziendale di cambiamento che nasce nei primi anni 90 in USA e ha come scopo la valorizzazione e il pieno utilizzo del contributo, unico, che ciascun dipendente può portare per il raggiungimento degli obiettivi aziendali.
In un contesto dove la crescente diversificazione dei clienti e dei mercati (processi di globalizzazione e di concentrazione), le nuove modalità di lavoro all’interno e tra le aziende (lavoro per processi, M&A, outsourcing), diviene sempre più strategica l’individuazione e la valorizzazione delle diversità culturali delle risorse.
Le organizzazioni aziendali si trovano ad affrontare la multiculturalità; partendo dalle specifiche peculiarità di ogni singola risorsa e “facendo leva” sulle diversità, soprattutto culturali, aumentano la loro possibilità di successo.
I manager si pongono il problema di realizzare concretamente un ambiente di lavoro dove regni la coesione e la convinzione di quanto le differenze tra le persone siano un patrimonio da utilizzare a beneficio delle organizzazioni e delle persone stesse.
Per essere affrontato il tema della diversità necessita di nuovi modelli di gestione da parte delle imprese e di nuove competenze da parte degli individui. 

Il COACHING è uno strumento con cui le organizzazioni possono rispondere a queste esigenze.
Agevola il cambiamento culturale, con il quale la proprietà, il management,il personale dipendente di un’azienda si identificano in un’unica cultura aziendale condividendone i valori e il sistema.
Coniuga l’attenzione al raggiungimento e all’ottimizzazione delle performances del ruolo di manager con l’attenzione alla persona stessa. Favorisce la coesione delle risorse, trasformando un clima di competizione in un clima di cooperazione.
Identifica, le caratteristiche uniche culturali di ogni singolo individuo riuscendo a creare contemporaneamente capacità sicurezza in se stessi e rendendo la diversità un valore aggiunto, una potenzialità da sviluppare.
Crea la capacità di far leva soltanto sulle proprie forze,crea fiducia, autostima,senso di responsabilità.
Attraverso delle sessioni specifiche e ponendo delle domande aperte, il COACH aiuta i manager, i dipendenti a sviluppare la capacità di ascolto, a migliorare la relazione con e tra i collaboratori, rendendo le relazioni stesse creativogeniche, facilitandone, l’accrescimento del grado di consapevolezza.
La consapevolezza delle proprie sensazioni ed emozioni è di importanza fondamentale anche nella vita professionale.
Fintanto che il manager dice ai collaboratori come svolgere una attività non vi sarà un accrescimento della consapevolezza dei collaboratori né uno sviluppo della creatività.

Share Button
giovedì 18 ottobre 2012

Il potere degli introversi

In una cultura in cui essere socievole ed estroverso è apprezzato sopra ogni cosa, può essere difficile, anche vergognoso,  essere un introverso. Ma, come sostiene Susan Cain in questo discorso appassionato, l’essere introversi può portare straordinari talenti e abilità.

Share Button
giovedì 21 giugno 2012

Personal brand

La comunicazione pubblicitaria oggi è fondamentale anche per professionisti, microimprenditori e manager che si rendono visibili e “appetibili” sul proprio mercato.
La capacità e la reputazionedi una persona passa anche attraverso quello che i media dicono di lei. 
 
Definire un piano di marketing personale, sapendo utilizzare al meglio gli strumenti del web 2.0,  permette di promuovere la propria attività entrando in contatto con i propri potenziali clienti utilizzando le nuove tecnologie.
 
Il corso di “Personal Brand” permette di acquisire la consapevolezza sulle nuove tecnologie, sviluppare nuove modalità di networking e di relazione, svulippare un’attività di promozione tramite l’uso integato dei social network, fino ad arrivare ad applicare un piano di marketing personalizzato alla professione.
 
La prossima edizione del corso si terrà a Roma il 24 e 25 ottobre e a Milano il 10 e 11 dicembre.
Per ulteriori informazioni contattaci
Share Button