Tag: riflessioni

lunedì 10 novembre 2014

Cose che so fare e non so fare

Esistono le cose che io so fare e le cose che non so fare. Non quelle facili o difficili.
Quando ho ascoltato il breve filmato di Julio Velasco (lo trovate qui sotto), mi sono resa conto che tutto dipende davvero da dove e da come si guarda alle cose. Volendo apportare modifiche ai miei soliti allenamenti in piscina, sono da poco tornata ad un’antica passione: la corsa.
Ora. Quando correvo (in un anno che non cito per pudore), gli allenamenti si facevano con il professore di ginnastica sulla pista rossa delle Terme di Caracalla e tutto era, in fondo, semplice: il coach diceva “corri!” e io correvo. E vincevo. E il divertimento era tutto in questo.
Oggi, per quanto volontà possa mettere, se mi dicessi “Bè…corri no?!” credo che come minimo mi farei solo del male.
I miei primi allenamenti sono stati lunghe camminate. Variazioni di ritmi e terreni, ma solo camminate. Mentre mi riabituavo a sentire il corpo diversamente dal solito, la mente ha cominciato a metter su le trappole.
Camminare è facile, mi dicevo.
In fin dei conti, basta che aumenti il passo…fai le salite modificando il ritmo…arrivi a fare più km in meno tempo, e il gioco è fatto. Perché cara mia (ciliegina finale), non hai più l’età per correre…è troppo difficile!
Ecco. Appunto.
La mina vagante del depotenziamento mentale aveva colpito.
Così ho continuato a camminare ancora per un po’, modificando qui e lì qualcosa.
Eppure…ma è davvero così difficile correre per la me di oggi, mi son chiesta?
In aiuto sono arrivate proprio le parole di Velasco: non esistono cose facili o cose difficili. Esistono persone che sanno fare quelle cose ed altre che non sanno farle ma possono imparare. E io…che non so più come si corre…posso imparare di nuovo a farlo!
Dove volge il vostro sguardo: sulle difficoltà relative o su quanto potete imparare ciò che non sapete fare?

Giada Ales
Personal&Life Coach

Share Button
giovedì 17 aprile 2014

La nostra più grande paura

Questo video è tratto dal film “Coach Carter” dove si cita una poesia di Marianne Williamson.
La trovate anche nella nostra pagina di Piccole Gemme. Buona Visione!

Share Button
mercoledì 2 aprile 2014

Il cervello anarchico

 

il-cervello-anarchico-libro-70879Abbiamo già avuto modo di parlare della capacità delle nostra mente di influire sulla nostra vita (vedi Chi attiva la malattia). Ho appena terminato di leggere Il Cevello Anarchico di Enzo Soresi, oncologo, anatomopatologo e tisiologo. Dopo oltre 30 anni di ricerca il Prof. Soresi sostiene che la forza di volontà o la paura verso qualcosa hanno un potenziale enorme nel decidere le conseguenze delle nostre vite. Fino a che punto? La nostra mente è così forte da guidare l’intero corpo verso l’auto-guarigione o l’auto-malattia. Questo spiegherebbe da una parte tutte le guarigioni “miracolose” che la scienza e la medicina non possono spiegare e dall’altra quelle che vengono definite le malattie psicosomatiche. Soresi c’è arrivato dopo aver visto gente ammalarsi o guarire con la sola forza del pensiero e nel libro riporta numerosi esempi. Il Prof. Soresi spiega, in maniera chiara e accessibile, concetti scientifici e medici anche per i non addetti ai lavori. La tesi di fondo è che il cervello umano ha il potere di attivare (o disattivare) i meccanismi che il corpo umano – in quanto macchina perfetta – ha a disposizione per rigenerarsi e auto-guarirsi. Se la mente è serena, il corpo sta bene. Se la mente è stressata, il corpo si ammala. Buona lettura!

Share Button
giovedì 20 marzo 2014

48 secondi prima di…

 

Stefano Scozzese, Creative Director della Nerocreativo srl, è nato a Schio e attualmente vive a Desenzano del Garda. E’ da molti considerato il web designer più famoso (e talentuoso) d’Italia.  Vincitore di numerosi riconoscimenti internazionali, è nella giuria del prestigioso Awwwards. È inoltre CEO e Co-founder della startup “iam.dj”, con sede a Los Angeles.

In questo discorso al TEDxVerona racconta come “per avere qualcosa che non hai mai avuto devi fare qualcosa che non hai mai fatto”, provando a diventare un eroe del quotidiano… in 48 secondi.
Buona visione!

Share Button
mercoledì 11 dicembre 2013

Il potere della vulnerabilità

 

Brene Brown studia i rapporti umani, la nostra capacità di immedesimarci, appartenere, amare. In un discorso intenso e divertente, condivide una visione profonda della sua ricerca, visione che l’ha portata ad una ricerca personale di conoscenza di sé stessa e dell’umanità. Un discorso da condividere.

 

Share Button
martedì 29 ottobre 2013

I problemi sono davvero problemi?

 

Roberto d’Angelo e Francesca Fedeli pensavano che il loro bambino Mario fosse sano, finché 10 giorni dopo la nascita non hanno scoperto che aveva avuto un ictus perinatale. Con Mario incapace di controllare la parte sinistra del suo corpo, si sono trovati alle prese con domande difficili: sarebbe stato “normale”? Avrebbe potuto vivere una vita piena? La storia commovente di genitori che affrontano le loro paure e come le hanno superate.

Share Button
giovedì 20 giugno 2013

La creatività come valore

beads-7969_640A che cosa serve la creatività in azienda? E’ una qualità che permette di leggere situazioni, cose, casi, esperienze, persone in modo diverso ed originale. In questo momento le aziende si trovano spesso a dover rileggere la propria esperienza e ripensare se stesse per poter avere ancora un futuro: la creatività serve ad individuare e proporre soluzioni alternative. Serve a stimolare la visione di nuovi orizzonti e a trovare nuove soluzioni rispetto a quelle esistenti.
Cosa serve per allenare la creatività?In che modo far capire come si sviluppa la creatività?
Queste sono le domande che si sono posti in un’azienda il cui cliente chiedeva di utilizzare la creatività personale.
Come dimostrare che la creatività ha maggiori possibilità di svilupparsi se non è imbrigliata dal tempo?

E’ stato fatto un esperimento in una scuola elementare: è emerso che la creatività non si sviluppa sotto pressione; dandole del tempo, invece, si evolve in modo sorprendente!
Inizia e si fonda su una convinzione: tutto è possibile, basta crederci!
Dove possiamo imparare a recuperare questa convinzione? Ricordando quando eravamo bambini, dove ogni idea era realizzabile.

Questo è il video da cui abbiamo preso spunto per le novità che ci riguardano.

Per noi di Growbp la creatività è molto importante: siamo in continuo movimento, abbiamo portato grosse novità alla nostra scuola, stiamo seguendo il flusso delle richieste che ci arrivano, abbiamo un nuovo sito, con una nuova grafica ma soprattutto in continua evoluzione!

Informazioni, nuovi corsi, nuove date e spunti di riflessione: www.growbp.it
Visitatelo e fateci sapere cosa ne pensate!

Share Button
martedì 7 maggio 2013

Segui il flusso

 

 

seguiilflussohome

“Segui il Flusso” è il libro di Claudia Crescenzi che verrà presentato ai lettori il 13 Giugno prossimo, ore 18.00, alla Libreria dello Sport a Milano. E’ l’occasione per farsi spiegare direttamente dall’autrice come sviluppare energia e consapevolezza. Ognuno di noi ha forza vitale ed energia da sviluppare e gestire per ottenere il massimo di ciò che desidera. Diventare consapevoli di sé, del proprio potenziale, e avere ben chiari gli obiettivi per far in modo che accada ciò che noi vogliamo. “Insegui il tuo flusso e abbi il coraggio di riprenderti la capacità di scelta. Nessuno te la può togliere” scrive l’autrice del libro Segui il flusso: un punto di vista applicabile, nella vita professionale e nella vita personale, per diventare registi del nostro percorso.

Scarica un estratto del libro.
Share Button
lunedì 8 aprile 2013

Bi-Sogno, un sogno che si realizza due volte

nature-83657_640 

In questo periodo dove il cambiamento viene vissuto come un passaggio obbligato sentiamo parlare di bisogni: bisogno di sicurezza, bisogno di certezza, bisogno di tranquillità, bisogno di lavorare…Ma il bisogno può essere interpretato anche come:
BI-SOGNO: un sogno che si realizza due volte.

Ebbene su questa scia intendiamo condividere il bi-sogno di Growbp ovvero il nostro sogno o meglio il nostro bi-sogno.
Stiamo diventando una realtà il cui valore principale si identifica con le persone che la formano. Il cambiamento per noi è un momento di evoluzione vitale che ci porta a raggiungere i nostri desideri e successi.
Siamo un’azienda “liquida” che, come l’acqua, si adatta alle esigenze del mercato.
Vogliamo essere in continuo movimento, che tiene conto dei bi-sogni delle persone, dei bi-sogni di nuovi valori, dei bi-sogni comportamentali per raggiungere performance e obiettivi. Visto che uno dei nostri scopi è di supportare le aziende a gestire il cambiamento, come non potremmo essere i primi ad adottare la nostra metodologia? 
Motivo per cui cerchiamo di comunicarvi in tempo reale la nostra adattività!

Share Button